1° Rallye della Lana Revival: è l’ora dei ringraziamenti

Terminate le fatiche per l’organizzazione della grande manifestazione rievocativa del 1° Rallye della Lana, arrivano i ringraziamenti alle tante persone che hanno collaborato per render unico l’evento andato in scena a Biella il 22 e 23 aprile scorsi

Una quindicina di giorni è trascorsa dallo svolgimento della prima edizione del Rally della Lana Revival e non si è ancora affievolita l’eco del successo ottenuto dalla manifestazione organizzata dall’Automobile Club Biella in collaborazione con Veglio 4×4 e “Rally Lana since 1973”.

Un evento che, a cinquant’anni dalla prima edizione, ha ripercorso la storia del rally biellese con le immagini, i video, i “totem” rievocativi di ognuna di quelle disputate; e poi ancora, l’incredibile rassegna di auto da corsa esposte in Piazza Duomo, l’incontro con piloti e navigatori, la festa dedicata a Rudy Dal Pozzo. Il tutto a fare da preludio alla parata delle auto da corsa, transitate dalle 21 di sabato 22 aprile sulla pedana per un breve tragitto in città e alla successiva regolarità rievocativa del percorso effettuato nel 1973, organizzata con la formula “Classic Experience” alla quale, con inizio alle 22.30, hanno preso parte centottantadue equipaggi dei quali oltre centocinquanta hanno visto il traguardo di Piazza Martiri della Libertà l’indomani, ad alba inoltrata.

Doveroso è il ringraziamento che Luca Prina Mello, uno dei principali animatori dell’evento assieme a Denis Cortese, si sente di dover rivolgere a chi ha contribuito all’organizzazione e al successo del Revival iniziando dal Presidente di ACI Biella, Andrea Gibello, ed il Direttore Paolo Pinto. Proseguendo con Paolo Gazzetta, Francesco Foglia ed Elia Parise per il coinvolgimento nel progetto oltre a Michele Prina Mello e Mauro Bocchio per la parte tecnica e Federico Ormezzano per il suo supporto. E ancora, ringraziando i componenti del direttivo del Veglio 4X4: Tom Paronetto, Roberto Labagnara, Fabrizio Prina Mello, Stefano Magagna, Valentino Prina Mello; il videoperatore Enrico Candini per avere riportato alla luce filmati inediti e per le riprese dell’evento; Ernesto Schiapparelli per le cento ore di filmati in VHS e per aver creduto nel nostro programma; Claudio Pagan del “Maggiolino” per aver seguito e completato la mostra con i suoi piccoli capolavori e per le vecchie immagini; Gian Maria Pella per tutta la parte fotografica e il reportage assieme a Paolo Lanza; Maurizio Alfisi per aver raccontato di quei memorabili anni; Giulia Prina Mello per aver “ascoltato” e poi trascritto i racconti per il “libretto” ed Enrica Rolando per tutta la parte grafica dello stesso; Stefano Belli e Andrea Zanovello per aver dato voce alla festa, oltre a Francesca Pasetti che ha condotto l’evento dedicato a Rudy Dal Pozzo; Antonello Veronese per i preziosi consigli sulle macchine in piazza e la “Roby” per averci rifocillato.

E ancora una sequenza di persone da ringraziare per i più disparati motivi: Simonluca Pelliccioli, Ale Vozzi Tigre, Arianna Gasperini, Renzo Bolzonella, Giovanni Bonino, Claudio Rondo Spaudo, Cristiana e Roby Mantovani, Daniele e Sara Fila Vaudano, Edo Prina Mello, Elia Paronetto, Evardo Spaudo, Fabrizio Labagnara, Fernando Girardo, Giovanni Casot, Jessica Prina Mello, Luciano Prina Mello, Massimo Fasola, Paolo Viola, Roberto Pavan, Claudio Cappio, Super Mario Gilardi, Valentina Grimaldi, Giuseppe Zorzan, Luka Florio, Matteo Bellio, Roberta Zanellato, Elisabetta Sandonà, Sara Cortese, Luca Cortese, Cristina Bellinazzo, Rosy Serra, Simona Pelle, Jenny Perin Riz, Gabriele Bodo, Paola Ravella, Aurora Cimma, Il Monteregis, Claudia Anselmino, Filippo Gallo, Diego Giabardo, Patrizia Perosino.

I proprietari delle auto esposte: Renzo Pellegrin, Dino Fabrica, Marco Fontanella, Paolo Viola, Claudio Ferron, Guido Avandero, Federico Buratti, Pieraldo Giacobino, Piero Liatti, Walter Anziliero, Lele Bernecoli, Claudio Vallauri, Fabio Airoldi, Marco Bertinotti, Ivan Fioravanti, Alessio Ubertino, Massimo Soffritti, Gualtiero Frassati, Fabrizio Ratiglia, Gabriele Simoni, Andrea Siro, Rossano Meggiorin, Francesco Francabandiera, Roger Tuning, Giorgio Delpiano, Gabriele Bodo, Andrea Gibello, Federico Ormezzano.

Anche chi ha raccontato quel “1973” con avventure e aneddoti sul “libretto” ha giusta  menzione, e quindi un grazie di cuore a: Andrea Gibello, Alfredo Delleani, Marcello Guelpa, Roberto Carta Fornon, Jean Luis Bonino, Renato Genova, Peppo Sacchi, Emanuele Sanfront, Guido Avandero, Gigi Mosca, Giuseppe Danasino, Roberta Perazio assieme a Geppi Cerri e Kuki Fren che hanno lasciato il loro racconto sul pannello di presentazione delle auto in mostra.

L’ultimo, ma non ultimo, sentito ringraziamento di Luca Prina Mello va al compagno di questa avventura, Denis Cortese.

1° Rallye della Lana Revival
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scroll to Top